I NOSTRI PENSIERI… AMICI O NEMICI DEL NOSTRO DIMAGRIMENTO?

I NOSTRI PENSIERI… AMICI O NEMICI DEL NOSTRO DIMAGRIMENTO?

I NOSTRI PENSIERI… AMICI O NEMICI DEL NOSTRO DIMAGRIMENTO?

Non sono solo le nostre azioni a modificare il nostro aspetto fisico, come un cambio di alimentazione, integrazione di attività fisica anche la mente ha un ruolo fondamentale per aiutarci a dimagrire o al contrario a bloccare il dimagrimento.

Analizziamo ora come funziona la nostra mente.

Studi scientifici dimostrano che tendiamo a darci ragione per quanto riguarda i nostri pensieri e le nostre convinzioni.

Ad esempio, se penso di avere il metabolismo lento o di non riuscire a perdere peso, molto probabilmente è quello che succederà.

Tendiamo ad ottenere quello che pensiamo, il nostro inconscio vuole darci ragione, è come una profezia che si auto-avvera.

  1. La prima cosa da fare quotidianamente è controllare tutti i pensieri che facciamo verso noi stessi e andare a sostituire quelli depotenzianti.
  • “Ho il metabolismo lento” lo possiamo sostituire con “Il mio metabolismo si attiva ogni volta che sono attenta/o all’alimentazione, ogni volta che mangio cibi sani”.
  • “Sono troppo avanti con gli anni per dimagrire” potremmo sostituirla con “Posso dimagrire a qualsiasi età”

Per rafforzare queste nuove frasi potenzianti e installare queste nuove convinzioni, possiamo cercare persone intorno a noi o nel web, che sono dimagrite in età avanzata.

2. Alcuni pensieri sono automatici e inconsapevoli e influenzano notevolmente la riuscita della perdita di peso.

Si calcola che ogni giorno facciamo circa 60.000 pensieri e la cosa stupefacente è che il 95% sono gli stessi pensieri del giorno prima e si stima ancora che in media l’80% di questi pensieri abituali sono pensieri negativi.

I grandi maestri di ogni tradizione sostengono e a questo punto pensiamo che sia vero, che la mente crea la nostra realtà!

Vediamo ora perchè…

La nostra mente interpreta le informazioni portandoci ad esperienze emotive distorte, comportamenti rigidi, errori di valutazione e di giudizio e di conseguenza a degli errori di ragionamento.

Tutto questo comporta uno scatenarsi di emozioni limitanti come ansia, rabbia, preoccupazioni, tristezza, delusione, etc… e induce a dei comportamenti che ostacolano il nostro cambiamento.

Una volta che abbiamo riconosciuto i nostri comportamenti automatici siamo in grado di sostituirli con pensieri funzionali e comportamenti più costruttivi per il nostro benessere.

Alcuni esempi di pensieri disfunzionali possono essere:

  • “Oggi ho mangiato un gelato, sicuramente bloccherà il mio dimagrimento”.

Se per una volta ci concediamo uno sgarro non è la fine del mondo, magari la prossima volta possiamo farlo consapevolmente, inserendolo nel nostro piano alimentare.

Sempre considerando che non esiste un cibo che ci fa dimagrire come non esiste un cibo che ci fa ingrassare.

Lasciamo andare la paura di resistere alle tentazioni, sostituendola al pensiero che possiamo cedere alle tentazioni ma in maniera consapevole.

In questo modo avremo sicuramente più stima di noi stessi, senza considerarci incapaci e magari minare anche la nostra autostima.

  • “Non posso andare a mangiare fuori perché sarebbe troppo frustrante”.
Cerchiamo di lasciare andare questa rigidità mentale e sostituiamola con la nostra determinazione a raggiungere l’obiettivo.

Questo non vuol dire eliminare le cene fuori o con gli amici, anche qui ci aiuta la gestione consapevole, autoregolandoci e scegliendo quindi il pasto migliore per noi, ad esempio iniziando con una succulenta insalata mista.

  • “Se ho fastidi gastrointestinali vuol dire che il cambio alimentare non è giusto per me”
L’organismo deve abituarsi al cambiamento e ci si deve aspettare un temporaneo fastidio prima che si abitui al nuovo stile alimentare.
  • “Non riesco a cambiare alimentazione e questo vuol dire che non sono all’altezza”

E’ naturale avere delle difficoltà iniziali sempre per via dell’abitudine alle nostre abitudini,in questi momenti critici l’importante è trovare una soluzione,  prima che ci si abitui al nostro nuovo stile alimentare è normale un temporaneo fastidio.

  • “Non sopporto non riuscire a seguire il nuovo stile alimentare.”

La nostra mente crea sempre delle aspettative, non solo per quanto riguarda l’alimentazione,questa è una condizione sfavorevole che può predisporci al fallimento.

E’ meglio abbandonare la visione severa di noi stessi e di come dobbiamo agire per acquisire quella sensazione del lasciare andare con la fiducia che tutto andrà bene.

Abbiamo almeno 3 motivi per pensare che tutto andrà bene perché:
  1. siamo capaci
  2. ci siamo affidati a persone esperte e competenti
  3. altri ce l’hanno fatta

Perché ci soffermiamo molto sulle tecniche per dimagrire o rimanere in forma e soprattutto sui pensieri che facciamo durante la giornata?

I nostri pensieri contribuiscono a farci ingrassare o dimagrire più di quanto immaginiamo e non è solo una questione di salute, quando ingrassiamo diventiamo qualcun’altro, succede che non ci riconosciamo oltre che nell’aspetto fisico anche nella personalità.

Il nostro inconscio fa molta difficoltà ad accettare il cambiamento.

Se vuoi approfondire questo argomento o desideri prendere un appuntamento per una consulenza totalmente GRATUITA presso il nostro centro dimagrimento – estetico Blu Marine chiamaci allo +390717930767 .

Laura & Sofia

 

 

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Open chat
Bisogno di info o aiuto?
Ciao,
come possiamo aiutarti?
Powered by